Reclutamento degli individui idonei ad essere ammessi al piano selettivo/zootecnico Cane Da Presa Meridionale
Il primo punto da mettere a fuoco è la salute.
Purtroppo, sempre poca attenzione è stata dedicata ad un aspetto che reputo fondamentale per la longevità di una razza e dei singoli individui ad essa appartenenti.
Per migliorare lo stato di salute è priorità imprescindibile valutare in maniera obbiettiva e con criterio scientifico lo stato sanitario dei singoli riproduttori.
Naturalmente, per valutare il fenotipo sanitario di un soggetto, è necessaria una visita clinica e indagini diagnostiche approfondite.
Per questo motivo tutti gli individui che verranno ammessi allo schema di selezione C.P.M. dovranno superare esami clinico – diagnostici inerenti gli apparati cardio – vascolare, muscolo – scheletrico e riproduttivo.
In ogni caso, affermare che un individuo è in buono stato di salute e che, almeno per questo parametro, è ammissibile al piano di riproduzione, non significa in assoluto che, per il parametro considerato, sia un buon riproduttore.
Volendo usare un linguaggio più tecnico potremmo dire che il valore del fenotipo (ciò che l’animale appare) non corrisponde in maniera inequivocabile al valore del genotipo (ciò che l’animale è in grado di trasmettere alla prole).
Per determinare il valore genetico sarà necessario valutare, con gli stessi criteri adottati per esaminare il fenotipo del singolo individuo, il fenotipo dei parenti (ascendenti e collaterali) e, dopo averlo ammesso ad un primo step riproduttivo, quello della progenie (che in genetica prende il nome di progeny-test).

Una volta acquisito questo bagaglio di informazioni, potrà essere corrisposto all’individuo in corso di valutazione un indice di selezione per il carattere “salute”.

Con lo stesso criterio con cui viene elaborato
1)-l’indice sanitario (indice di selezione per il carattere “salute”) verranno elaborati:
2)-l’indice morfologico: indice di selezione per il carattere “morfologia”;
3)-l’indice etologico: indice di selezione per il carattere “etologia”;
4)-l’indice di fertilità/fecondità: indice di selezione per il carattere “attitudine alla riproduzione”.

I quattro indici, acquisiti, elaborati con sistema informatico e combinati tra loro, serviranno a dare un “valore assoluto” a ciascun individuo ammesso al piano di selezione/riproduzione C.P.M. e dunque a ponderarne il “peso genetico” (numero di eventi riproduttivi) con cui il medesimo potrà “impattare” sulla popolazione zootecnica C.P.M.

La griglia di valutazione fenotipica per ciascuno degli indici menzionati (sanitario, morfologico, etologico e riproduttivo) seguirà degli schemi precisi e oggettivabili che verranno resi noti esclusivamente ai componenti attivi del progetto.

Momenti topici per la realizzazione di tali griglie di valutazione e per la successiva applicazione pratica sia sugli individui che già fanno parte del progetto, sia su quelli che aspirano a farne parte, saranno gli incontri, i raduni e le giornate tecnico-scientifiche dedicate al progetto Cane da Presa Meridionale.